Celeste grigia, Suarez risponde a Guerrero. Cavani e Forlan non pungono

L’Uruguay, un’altra delle favorite alla vittoria finale nella Coppa America 2011, non riesce a ad andare oltre l’1-1 contro il Perù nella prima tornata del Girone C. La squadra del maestro Tabarez delude in fase offensiva nonostante possa avvalersi del tridente delle meraviglie Cavani-Suarez-Forlan.
Il Perù gioca di fatto con nove uomini dietro la palla e pensa quasi esclusivamente a difendersi. La squadra di Markarian però viene premiata e va in gol al 25’, al suo primo tiro in porta. Guerrero scatta sul filo del fuorigioco, dribbla Muslera e appoggia in rete facendo esplodere il tifo de la Blanquirroja.
La Celeste fatica ad avere la meglio  sulla squadra avversaria, anche perché il gioco non riesce a svilupparsi in maniera fluida sulle fasce, dove raramente riescono ad affondare Maxi Pereira e Martin Caceres. Ma, nella fase finale della prima frazione si accende il “biondo, Diego Forlan.
L’attaccante dell’Atletico Madrid sfiora il gol con una conclusione dalla distanza e con un calcio di punizione deviato da Fernandez. La nazionale di Tabarez insiste e riesce a pareggiare nei secondi di recupero con una percussione di Lodeiro e perfetto assist per Suarez che realizza il goal con un tocco imparabile.
Nella ripresa la partita è più equilibrata anche grazie all’ingresso di Vargas al posto di Yotun. L’esterno della Fiorentina trascina il Perù venti metri più avanti. Non solo, sfiora il gol (al 27’) con un diagonale che termine di un soffio a lato e, in chiusura di gara, pennella un cross per Guerrero che di testa in tuffo sfiora il gol.
Per Forlan e compagni invece l’unica palla buona, a metà ripresa, arriva sul piede sinistro del biondo attaccante che però non inquadra la porta. Al 34’ Tabarez inserisce anche il palermitano Hernandez che prende il posto di Cavani, il quale si è visto poco in fase realizzativa ma si è sacrificato moltissimo in un ruolo di raccordo tra centrocampo e attacco.
La Celeste però s’ingrigisce e non riesce più a rendersi pericolosa. Per un’altra nazionale, tanta attesa ai nastri di partenza della Coppa America, l’esordio non è stato certo di quelli da ricordare. Buono, invece, quello del Perù, che si gode una serata estremamente positiva (Camilla Vignoli).

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

12total visits,1visits today

Speak Your Mind

*