Storie ed emozioni di un evento: il derby capitolino

Il derby Lazio-Roma in Serie ALazio-Roma, ci siamo. Il conto alla rovescia per il 134 derby capitolino sta quasi per finire e finirà questa sera, rigorosamente by night, quando sul prato dell’Olimpico l’Aquila e la lupa ci diranno tutto.
Se diamo un’occhiata alle statistiche vediamo che nei 133 derby (in campionato, 165 in totale) disputati sin qui, 47 se li è portati a casa la Roma, 33 sono finiti ai biancocelesti e 54 sono stati i pareggi. La prima volta in assoluto risale al 1929 nel corso del primo campionato italiano a girone unico. Le due compagini capitoline si affrontarono allo Stadio della Rondinella, campo della Lazio, ma vinse la Roma grazie ad un gol del tedescone Rodolfo Volk.
Ricordiamo due date particolarmente care ad entrambe le tifoserie romane: 2 novembre 1997 e 9 novembre 2003. Nella prima data, la prima Lazio del dopo Zeman nella prima stracittadina con al timone Sven Goran Eriksson, vinse per tre a uno sulla Roma con reti di Casiraghi, Mancini e Nedved, per la Roma un solo acuto di Marco Delvecchio, quello che nei derby di campionato ha segnato di più (9 reti). L’attuale tecnico della Lazio nel 1997 allenava il Toro.
La partita-simbolo che fece invece gioire il popolo giallorosso fu il derby del 9 novembre 2003 quando il tacco di Mancini ed il puma Emerson fecero passare una serataccia alla Lazio. Era una delle ultime rome di Fabio Capello. Luis Enrique, mister attuale della Roma, nel 2003 correva ancora con la camisa blaugrana.
Nella partitissima romana però, più che in altri derby, oltre che camicette e calzettoni spesso l’ha spunta chi ha più voglia e più fantasia. Tra poche ore sarà ancora derby, un nuovo derby, che sotto il Cupolone, aquile e lupe si augurano che sia il migliore di sempre. (Luca Savarese)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*