Brasile-Germania alle 22, in palio la finalissima del 13 Luglio

Alle 22 Brasile-Germania per un posto in finaleCi siamo, ancora poche ore e sapremo quali squadre domenica al Maracanà si sfideranno per diventare i nuovi Campioni del Mondo prendendo il posto degli spagnoli. In semifinale sono arrivate le migliori di questo mondiale, ovvero Brasile, Germania, Olanda e Argentina. Tre delle favorite della vigilia, più la principale outsider.
Doppia sfida Europa-Sudamerica, dieci titoli mondiali complessivi in campo, solo gli olandesi non hanno mai vinto ma sono i vicecampioni in carica e hanno sfiorato il titolo in altre due occasioni negli anni settanta. Insomma due grandi sfide, due classiche del calcio mondiale (tra l’altro due finali mondiali, quella del 2002 e del 1978) tutte da gustare a cominciare dalla sfida che stasera al “Minerao” di Belo Horizonte vedrà di fronte il Brasile padrone di casa e la Germania.
Come poc’anzi ricordato, Germania-Brasile dodici anni fa a Yokohama fu la finale, con i brasiliani che spinti dalla doppietta del “fenomeno” Ronaldo stesero i tedeschi conquistando il loro quinto e ultimo titolo mondiale.
Quella gara è anche l’unico precedente mondiale tra le due nazionali, circostanza incredibile considerando che tedeschi e brasiliani sono anche quelli maggiormente presenti alle fasi finali. In panchina c’era proprio Scolari e c’è da scommettere che Felipao farà di tutto per tornare in finale dodici anni dopo per realizzare il sogno di milioni di brasiliani, vincere la coppa del mondo in casa propria.
Ma l’undici di Loew non ha nessuna intenzione di recitare la parte della vittima sacrificale ed arriva a questo match caricato a mille dalla vittoria sui francesi nei quarti. I tedeschi hanno convinto maggiormente rispetto al Brasile in questo torneo, anche se hanno mostrato qualche piccola crepa difensiva.
Il ritorno, a furor di popolo, di Lahm sulla fascia di competenza ha dato comunque maggiore velocità ad una retroguardia apparsa in precedenza forse troppo macchinosa e ha permesso allo stesso tempo di recuperare Schweinsteiger a metà campo, relegato in panchina ad inizio torneo. Loew si affiderà quasi certamente al collaudato 4-2-3-1 con Muller che dovrebbe tornare ad agire da punta e Klose dunque in panchina dopo essere partito da titolare contro la Francia.
Sul fronte opposto Scolari dovrà fare a meno di due giocatori fondamentali, lo squalificato Thiago Silva e Neymar il cui infortunio ha mandato in tilt un intero paese. Il ct verde-oro li dovrebbe sostituire rispettivamente con Dante e con Wilian o Bernard, ma potrebbe anche esserci la possibilità di vedere un Brasile col 4-3-3 e un centrocampista in più (Paulinho) al fianco di Luiz Gustavo e Fernandinho.
Infine dubbio sulla fascia destra tra Maicon, che bene ha fatto contro la Colombia, e Dani Alves. Una partita che si gioca anche a nervi scoperti; i brasiliani hanno chiesto nei giorni scorsi alla Fifa, in maniera decisamente antipatica ed estremamente arrogante, la punizione di Zuniga (per il fallo di gioco costato l’infortunio a Neymar) e addirittura di togliere la squalifica a Thiago Silva, diffidato e ammonito contro i colombiani. Richieste che, ovviamente, non hanno avuto esito positivo.
Il ct ne ha approfittato per chiamare a compattarsi squadra e tifosi, “giocheremo anche per Neymar” è stato il messaggio, un modo furbo di agire sulla psiche dei brasiliani apparsa piuttosto fragile nella sfida ai cileni negli ottavi e compattare così l’ambiente.
Sul fronte opposto i tedeschi non hanno certo mancato di mettere le mani avanti richiamando l’attenzione dell’arbitro sul gioco duro dei brasiliani. Effettivamente, considerando che l’arbitro di stasera sarà lo stesso di Italia–Uruguay, il messicano Marco Rodriguez Moreno, “giustamente” premiato dalla Fifa dopo lo scempio visto nella gara degli azzurri, non c’è da dormire sonni tranquilli per i teutonici. La classe e il furore dei brasiliani o la fisicità, l’organizzazione e il possesso palla dei tedeschi? La Germania sembra essere più forte, un piccolo vantaggio però annullato dal fattore campo per i brasiliani.
Pronostico decisamente incerto. Le due squadre si affidano inoltre alla cabala. La stampa tedesca ricorda infatti come il quarto titolo per Brasile e Italia sia arrivato esattamente 24 anni dopo il terzo e la Germania va a caccia del suo quarto mondiale dal 1990….
I brasiliani dal canto loro possono ricordare i precedenti in loro favore: le sfide totali tra le due nazionali sono infatti 21, con un bilancio nettamente a favore dei sudamericani che hanno battuto 12 volte i tedeschi, 4 le vittorie della Germania e 5 i pareggi ed inoltre le uniche due gare ufficiali, la finale mondiale del 2002 e la gara di Confederation Cup del 2005 sono state vinte dai verde-oro.
Insomma, gli ingredienti per vedere una grande partita ci sono tutti. Ben otto titoli su venti edizioni della Coppa del Mondo scenderanno in campo questa sera alle ore 22:00 italiane. Cinque per il Brasile, tre per la Germania, non resta che piazzarsi davanti la tv e gustarsi la supersfida (Marco Formato)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*