Botta e risposta Bonucci-Jovetic, poi Matri sferra la zampata decisiva

La Juve batte la Fiorentina con Matri e conquista il successo in Serie ALa lezione è servita. Dopo il pareggio di sabato contro il Genoa, la Juventus di Antonio Conte ritrova la vittoria in Serie A (e per ora la testa della classifica con 16 punti, uno in più dell’Udinese), superando a Torino, con il punteggio di 2-1, la Fiorentina di Mihajlovic.
Bonucci firma il meritato vantaggio bianconero nel primo tempo, mentre l’anonima Viola dei primi 45 minuti si riscatta nella ripresa e trova il momentaneo pari con “Jo-Jo” Jovetic, ancora in gol dopo la doppietta col Catania. La “pareggite” sembra non mollare la Juventus ma questa volta il finale è diverso. Infatti, grazie all’assist di Pepe“Mitra” Matri fulmina Boruc e regala alla squadra di Conte tre punti fondamentali.
Partita dai due volti quella è andata in scena ieri sera a Torino. Primo tempo a ritmi forsennati, quelli imposti al match da parte della squadra di Conte, in ombra, anzi proprio nera, la prima frazione della squadra toscana, che non riesce ad arginare le sfuriate dei bianconeri, subito pericolosi dalle parti di Boruc.
Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, battuto da Pirlo, il portiere della Fiorentina respinge corto un destro di Vidal, e sulla palla si avventa Bonucci che ribadisce in rete per il vantaggio juventino. Viola colpita e che traballa ancora. Infatti, in altre occasioni la Juve va vicina al raddoppio con Matri, Pepe e Vucinic, mentre la squadra di Mihajlovic non riesce quasi mai a proporsi dalle parti di Storari.
Inizia la ripresa, e con l’ingresso di Gilardino, al posto di un inesistente Cerci, e un più equilibrato 4-4-2 con Vargas e Munari sugli esterni, la Fiorentina sembra avere un’altra marcia. Tanto che, a faticare, in alcune circostanze, è la Juventus come quando, proprio in apertura, rischia di subire il pari sul colpo di testa di Jovetic, fuori di un nulla.
La Juve abbassa i ritmi e la Fiorentina li aumenta trovando, con una bella ripartenza, l’1 a 1. Gilardino crossa dalla destra Lichsteiner scivola, Vargas rifinisce per Jovetic ch, di destro, rende vano il tuffo di Storari sul palo lungo. Ma la gioia della squadra gigliata non dura molto.
Infatti il finale di match è tutto juventino: Azione caparbia di Pepe che serve Matri in area, il bomber di Sant’Angelo Lodigiano, solo davanti a Boruc, non può sbagliare e mette a segno la rete del successo, terza personale in 3 giorni (dopo la doppietta col Genoa). Ultimo sussulto viola con Gilardino, ma la Viola non trova il 2 a 2. Vince la Juventus, con merito e per 24 ore guarda tutti dall’alto della Serie A.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*