Basilea retrocesso in Europa League, avanza il Cluj. Impresa sfiorata dal Borussia a Kiev

Cluj in festa, niente miracoli per il BasileaCluj, Dinamo Kiev, Lille, Spartak Mosca, Celtic. Ecco le ultime cinque squadre qualificate alla fase a gironi della Champions League 2012-2013 (si aggiungono a Braga, Malaga, Dinamo Zagabria, Bate Borisov e Anderlecht, ecco dove poter scommettere) che prenderà il via ufficialmente oggi, alle 18 a Montecarlo, con il sorteggio dei raggruppamenti.
Non riesce l’impresa in Romania al Basilea che, dopo aver perso 2 a 1 in Svizzera, rimedia il ko anche nel retour match (decisivo il centravanti del Cluj, Kapetanos, ndr) e viene “retrocesso” in Europa League, mentre il sorprendente Cluj festeggia l’ingresso nella fase a gironi della Champions.
Festa anche per la Dinamo Kiev, anche se con più di un brivido. Il 3 a 1 conquistato all’andata in casa del Borussia Moenchengladbach sembrava aver messo al riparo da qualsiasi sorpresa. Invece, in Ucraina, la squadra tedesca si scatena e si porta addirittura sul 2 a 0 (autorete di un disastroso Khacheridi e raddoppio di Arango, ndr) sfiorando l’impresa. Nel finale un delizioso “cucchiaio” di Idyeme chiudeva il discorso, regalando alla squadra di Kiev la qualificazione ai gironi e l’Europa minore ai “puledri” di Lucien Favre.
Nelle altre sfide, invece, il Lille ribalta, con l’aiuto di un supplementare, la sconfitta di misura rimediata in Danimarca e manda ko il Copenaghen nel suo nuovo impianto. Pochi minuti prima dell’intervallo Digne firma la rete dell’1 a 0 che eguaglia il risultato dell’andata. Si va ai supplementari, e ci pensa il brasiliano De Melo a siglare il gol qualificazione, per la gioia dei tifosi francesi.
Passa il tuno piuttosto agevolmente il Celtic, già vincente nella gara di andata contro l’Helsingborg. Gli scozzesi bissano il 2 a 0 con il quale si erano imposti in terra svedese e frantumano i sogni di rimonta dell’Helsingborg grazie alle firme di Hooper, ben assistito da Samaras e al colpo di testa preciso e vincente di Wanyama.
Chiudiamo con i turchi del Fenerbahce. La formazione ottomana, chiamata a ribaltare il 2-1 subito a Mosca, contro lo Spartak, si lasciava sorprendere nuovamente dai russi, in rete con Ari. A regalare speranze di qualificazione ai padroni di casa ci pensava poi il bomber Sow al 79′, ma la compagine moscovita reggeva l’urto e festeggiava meritatamente l’accesso alla fase a gironi della Champions League.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*