Basilea ammazzagrandi. Stocker manda ko il Bayern allo scadere

Stocker manda ko il BayernIl Basilea sognava uno United bis. E l’impresa è arrivata. Nell’ultima giornata degli ottavi di finale d’andata della Champions League, il Bayern Monaco cade al St. Jacob’s Park a cinque minuti dalla fine. Decisiva la rete di Valentin Stocker, centrocampista svizzero classe 1989, ma soprattutto le parate di Sommer, autore di una prestazione eccezionale.
All’Allianz Arena, a fine marzo, sarà sicuramente un’altra partita ma intanto i ragazzi di Vogel si tolgono la soddisfazione di piegare i vicecampioni d’Europa, meritatamente (un palo e una traversa colpiti, ndr), come accaduto in occasione del successo, per 2 a 1, ottenuto contro i Red Devils di Alex Ferguson.
Ma andiamo al calcio giocato: nell’undici di partenza del Bayern subito una sorpresa, infatti manca il giovane talento Thomas Muller, che lascia il posto ad Abala, con Kroos spostato in avanti sulla linea di Robben e Ribery. Gli svizzeri scendono in campo, invece, con la stessa formazione che il 7 dicembre scorso aveva battuto il Manchester United, unica eccezione Huggel al posto di Cabral.
Si parte subito con il Bayern Monaco che fa la partita e nei primi minuti Ribery impegna due volte l’estremo difensore svizzero Sommer, reattivo in entrambe le occasioni. Ma il Basilea cresce e dal quarto d’ora inizia a creare pericoli: dapprima Streller si vede deviare sopra la traversa un tiro da Neuer, poi il portierone tedesco manda sul palo un colpo di testa di Dragovic con Batstuber che lo spazza via sulla linea.
L’occasione forse più nitida capita, però, sui piedi di Alexander Frei, bomber della squadra elvetica. L’attaccante riceve palla rasoterra da destra al centro dell’area e calcia sulla traversa un rigore in movimento.
La svolta della partita arriva nella ripresa: mentre Heynckes fa uscire un Ribery nervoso ed impreciso sotto porta e mette dentro Muller (che dopo appena due minuti non farà che emulare il compagno e rimedierà un cartellino giallo) dall’altra parte Vogel cambia Fabian Frei con Stocker e il futuro bavarese Shaquiri con Zoua.
I cambi degli svizzeri risulteranno vincenti: infatti il camerunense Zoua, con una percussione al limite dell’area, serve al centro dell’area l’altro subentrato Stocker che di sinistro fa passare il pallone tra le gambe di Neuer, in uscita disperata. Vantaggio Basilea, esplode il St. Jakob.
E’ il minuto 86 e il Basilea difende il vantaggio fino alla fine, mantenendo un 1-0 prezioso in vista del ritorno del 13 marzo prossimo a Monaco di Baviera. Il Bayern, che cercava una vittoria per ipotecare il passaggio del turno e dare fiducia all’ambiente dopo i risultati altalenanti di questo inizio di 2012, continua invece a deludere e sarà costretto a vincere con almeno due gol di scarto nel ritorno degli ottavi di Champions: impresa non certo agevole davanti a questo Basilea che sa difendersi e ha nel suo estremo difensore Sommer una vera garanzia (Mauro Giorgini).

Speak Your Mind

*