Atletico in festa, matato il Barcellona. Bayern avanti, fuori il Benfica

Griezmann stende il Barcellona, Atletico in semifinaleFuori il Barcellona, tra le polemiche per la direzione dell’italiano Rizzoli (definito “vergonzoso” dalla stampa catalana, ndr). Questa la notizia della serata di Champions. La corazzata di Luis Enrique cede 2 a 0 al Vicente Calderon contro lo strepitoso Atletico di Simeone ed esce dalla competizione. In semifinale anche il Bayern Monaco che rimedia alla “papera” iniziale di Neuer e con il 2 a 2 finale ottenuto al Da Luz, conquista il pass a spese del Benfica.
E’ dunque l’Atletico Madrid del “CholoSimeone a far festa. Tanta lotta, grande sacrificio, immensa voglia di proseguire in questa avventura: con queste armi e grandi talenti del calibro di Griezmann, autore della decisiva doppietta, i colchoneros stendono Messi e compagni e volano in semifinale di Champions.
E’ stata la grande notte di Simeone, ma anche la serata amarissima per il Barcellona irretito dalla tattica dei madrileni e che, negli ultimi 26 confronti internazionali, solo una volta era caduto dopo aver vinto la sfida d’andata (contro il Chlesea, nel 2004-05).
A mandare ko il Barca un grandissimo Griezmann, atteso protagonista con la Francia padrona di casa ai prossimi Europei, ma intanto man of the match ieri sera con una doppietta. Il “piccolo Diavolo” dapprima infila Ter Stegen di testa su delizioso assist d’esterno di Saul, poi ribadisce su rigore (fallo di mano volontario di Iniesta, ndr) che è l’Atletico la squadra migliore per una notte.
Messi non pervenuto, così come i compagni di reparto Neymar e Suarez, scarsamente pericolosi dalle parti di Oblak, ma non sono mancate le polemiche, soprattutto nei confronti del direttore di gara, il nostrano Rizzoli, che ne ha combinate parecchie, tra le quali la topica di non concedere, nel finale di match, un palese calcio di rigore al Barcellona, per fallo di mano (che era in area e non fuori secondo l’erronea valutazione del fischietto bolognese) di Gabi, capitano dei colchoneros.
Il Barca, dunque, abbandona la Champions, così come il Benfica che mette i brividi al Bayern – o meglio li mette Neuer con l’uscita a vuoto in occasione del vantaggio delle Aquile lusitane –  per poi cadere di fronte i colpi di Vidal e Muller, prima dell’orgoglioso e meraviglioso 2 a 2 del Benfica, firmato dal talentuoso Talisca.
Dunque, dopo il Psg, trafitto da De Bruyne, se ne va anche il Barcellona, colpito dai materassai del Calderon, mentre il Bayern continua la sua corsa, così come il Real, dopo la remuntada sul Wolfsburg. Appuntamento a Venerdì per sapere gli incroci delle semifinali.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*