Argentina in pressing su Maradona: “Resta con noi, puntiamo al Mondiale 2014”

L’Argentina di Maradona è uscita troppo presto, e in maniera pesante (4 schiaffoni presi dalla Germania nei quarti di finale) dal Mondiale, considerata la qualità della rosa e, soprattutto, dell’attacco, letteralmente atomico (Messi, Higuain, Milito, Aguero e Tevez).
Una delle candidate della vigilia, alla vittoria finale del Mondiale 2010,  si è  inveceinchinata ai giovani e freschi Panzer tedeschi. Una sconfitta che trova origine in tante motivazioni. Una, fondamentale , porta proprio il nome del suo tecnico, Diego Armando Maradona, grande motivatore, trascinatore, idolo per l’Albiceleste e per chi ama il calcio, ma forse ancora non particolarmente abile nella conduzione tecnica.
Nonostante il fallimento dell’Albiceleste, però, la Federcalcio argentina è in pressing su Dieguito e gli chiede, a grande voce, di rimanere in panchina: ”Resta con noi, vogliamo vincere con te il Mondiale 2014‘: queste le parole che vibrano  all’orecchio di Maradona e che arrivano dagli uffici del massimo organo calcistico argentino.
E Maradona? L’ex Pibe de Oro è profondamente deluso, amareggiato, da come è andata l’avventura in Sudafrica. Si aspettava tutt’altro, come gran parte di noi calciofili e del popolo argentino. E, in virtù di tutto ciò, mostra anche giustamente delle perplessità, nonostante la tentazione di riprovarci sia grande.
Tutto sarà più chiaro mercoledi prossimo quando la Federazione ufficializzerà l’offerta per un prolungamento del contratto per altri 4 anni. Il presidente Julio Grondona è pronto a convincere Dieguito, e scommettiamo che il “ragazzo” di Lanus non si tirerà indietro.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*