Anticipo: Papera di Eduardo, l’Inter “ruba” i tre punti al Ferraris

Il massimo risultato con il minimo sforzo. Nell’anticipo disputato ieri sera, e valido per la nona giornata di Serie A, basta un goal di Muntari, con decisiva partecipazione del numero uno portoghese del Genoa, Eduardo, per regalare all’Inter un successo fondamentale. Espugnato il Ferraris, con il risultato di 1 a 0, l’undici di Benitez si porta a 18 punti, uno in meno della Lazio capolista, impegnata domani a Palermo contro Pastore e compagni.
Non basta il cuore al Genoa, bravo nella prima parte di gara con Toni (il più pericoloso nelle file del team di Gasperini), con una girata spettacolare di Criscito, e con il giovane Boakye nel finale, ma troppo impreciso per poter impensierire la blindatissima difesa interista, retta con sapienza dalla coppia Samuel-Lucio. I liguri si devono arrendere all’errore umano, al goffo intervento di Eduardo che incappa ina una topica clamorosa.
Brutta ma vincente, questa è l’Inter di Benitez. Tante le defezioni, a discolpa del tecnico iberico, ma qualche accelerazione di Biabany da una parte, e Coutinho dall’altra (Eto’o non era in serata, Sneijder è lontano parente di quello ammirato ai Mondiali) non possono assolutamente bastare.
Nonostante questo, però, la compagine interista riesce a conquistare la posta in palio, sul difficile campo genoano. Decisivo l’episodio occorso al 20′. Cambiasso, rientrato da poco dopo un lungo stopo, s’infortuna nuovamente (guaio al flessore), e lascia il posto a Muntari. Proprio il ghanese, al 48′ (in pieno recupero di prima frazione) si rende protagonista della conclusione che decide il risultato finale.
Un tiro certamente non irresistibile, e piuttosto centrale, quello del centrocampista africano, che risulta però fatale per il portiere del Genoa, autore di un intervento maldestro. Eduardo, infatti, si prepara in posizione “di presa” ma si lascia incredibilmente sorprendere dall’effetto della palla che schizza amaramente in rete, tra l’incredulità del pubblico di fede rossoblù e dello stesso mediano interista che si gode, dunque, la notte da matchwinner.
I liguri ci provano fino alla fine, mettendo il cuore oltre l’ostacolo nel tentativo di riacciuffare il risultato, ma ogni sforzo si rivela vano. Inter vincente, ad accompagnarla fuori dal campo sono i “Ladri, Ladri” del pubblico rossoblù. Ma il calcio è anche questo.

TABELLINO
GENOA (4-4-2):
Eduardo; Chico (14’st Destro), Dainelli, Ranocchia, Criscito; Rossi (36’st Boakye), Milanetto, Rafinha, Kaladze; Toni, Mesto (14’st Zuculini). A disp.: Scarpi, Moretti, Tomovic, Modesto. All. Gasperini.
INTER (4-2-3-1): Julio Cesar (19’st Castellazzi); Maicon, Lucio, Samuel, Santon; Zanetti, Cambiasso (19’pt Muntari); Coutinho, Sneijder, Biabiany (38’st Cordoba); Eto’o. A disp.: Materazzi, Cordoba, Obi, Milito, Pandev. All. Benitez.
ARBITRO: Banti di Livorno.
MARCATORE: 48′ pt Muntari (I).

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

19total visits,1visits today

Speak Your Mind

*