Anticipo: la Roma esorcizza il Diavolo. Milan punito dall’ex Borriello

Mentre il Cesena torna a sorridere, nell’anticipo del sabato sera, big match della 17° giornata di Serie A, la Roma espugna San Siro, manda ko il Milan capolista (e reduce da 13 gare senza sconfitte) con il settimo goal in campionato (undicesimo stagionale, se aggiungiamo i 4 messi a segno in Champions) dell’ex rossonero Borriello. Con questo prezioso e, per certi versi, inaspaettato risultato, la compagine capitolina riduce il gap dall’undici di Allegri, ora distante sette lunghezze (36 punti contro i 29 dei giallorossi) in classifica.
Primo tempo di marca rossonera. Il Milan parte bene, mette sotto la Roma, ma non riesce a sfondare. Ibrahimovic, stranamente impreciso dalle parti di Doni (titolare per l’infortunio di Lobont), non sfrutta a dovere le occasioni e grazia i giallorossi in un paio di circostanze, così come il compagno di reparto, l’ex Citizen Robinho. La Roma si difende, con iniziale sofferenza, poi pian piano esce dal guscio e cerca di replicare alle iniziative rossonere grazie al duo d’attacco “pesante”, formato da Borriello e Adriano (alla seconda gara da titolare), accompagnati in avanti dallo sgusciante Menez. Totti si accomoda in panchina, Vucinic resta invece fuori per i postumi di un infortunio ancora non smaltito del tutto.
Una prima svolta arriva al 22′, quando Pirlo lascia il campo per un infortunio (si tratterà di uno stiramento al bicipite femorale) e viene sostituito da Seedorf. Il cambio non giova all’undici di Allegri (deludente l’olandese, fischiato dal pubblico di San Siro) che inizia ad andare in confusione di fronte ad una Roma determinata e concentrata, soprattutto in difesa, dove Juan e Mexes non sbagliano un colpo.
E così, nella ripresa, la Roma prende possesso del pallino del gioco e inizia a rendersi pericolosa dalle parti di Abbiati. Finchè, al 69′ non trova il gol, che decide il match e regala una vittoria d’oro in Serie A ai lupacchiotti di Ranieri. Menez sprinta su Antonini ed effettua un cross teso in area, Abate tenta di allontanare la sfera ma trova lo “stinco” di Borriello che con un tap-in fortunoso manda la palla in fondo al sacco.  Roma che sfiora anche il raddoppio con De Rossi: gran tiro al volo dai 25 metri, Abbiati manda la sfera in angolo con un colpo di reni eccezionale.
Vana la reazione del Milan che prova il tutto e per tutto, ma ancora Ibrahimovic, in posizione regolare sugli sviluppi di un contropiede, spreca una ghiotta occasione calciando alto sull’uscita di Doni. Ci prova anche Ronaldinho, mandato in campo da Allegri negli ultimi cinque minuti, ma la sua rovesciata, spettacolare, finisce alta e con essa sfumano i sogni di rimonta del club rossonero. Grande vittoria per la Roma, che strappa tre punti d’oro sul difficile campo milanese e chiude l’anno con grande serenità e con la consapevolezza di potersela giocare. Fino in fondo.
Brutto passo falso per i rossoneri, invece, autori di una gara al di sotto delle aspettative. La serata storta di Ibra e l’uscita prematura di Pirlo, insostituibile perno del centrocampo milanista, hanno sicuramente aiutato una Roma comunque fortemente positiva, concentrata, determinata. E che ha vinto con merito nel big match della 17° giornata di Serie A.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

16total visits,1visits today

Speak Your Mind

*