Anticipo: Fiorentina-Bari 2-1. Mihajlovic ritrova il sorriso, galletti in caduta libera

Nell’anticipo dell’ottava giornata di Serie A, la Fiorentina di Mihajlovic ritrova il sorriso e i tre punti, tra le mura amiche del “Franchi“. Con il risultato di 2 a 1, i viola superano un Bari in crisi nera (quarto ko nelle ultime cinque gare) e abbandonano l’ultimo posto in classifica. Gran goal di Donadel, per il vantaggio dei gigliati, poi il raddoppio di bomber Gilardino, che regala il punto della sicurezza. Nel finale, sussulto dei galletti, con Parisi, ma la posta in palio è tutta dei toscani.
Dopo un periodo di grande difficoltà, un MIhajlovic estremamente teso in panchina, ritrova la gioia del successo. Prestazione non esaltante, quella della compagine viola, ma l’importante era vincere e il risultato è stato ottenuto. Grazie, in primis, ad un’invenzione di Donadel al 33′.
Il centrocampista viola, che non segnava dal 2008, regala al pubblico presente una gemma favolosa, oltre che a 90 minuti di rara intensità. Dal limite dell’area, di prima intenzione, supera l’estremo difensore biancorosso Gillet con un mezzo pallonetto, d’interno destro. Cercato e ottenuto, bellissimo.
Il raddoppio, invece, è firmato da Alberto Gilardino, protagonista assente (ben marcato da A. Masiello) fino a quel momento. Il bomber di Biella riprende la sfera, respinta da un grande Gillet sulla conclusione a colpo sicuro di Ljajic, e nonostante uno stop non perfetto, la scaraventa in rete per il 2 a 0. Galletti al tappeto.
Il sussulto barese arriva solamente in chiusura, quando i giochi sono ormai fatti. Al 90′, la rete del’uno a due barese è firmata dall’ex palermitano Parisi, con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Bari si sveglia troppo tardi, la Fiorentina controlla con sicurezza e conquista tre preziosi punti.
Con un Barreto lontanissimo parente di quello dello scorso anno, e un’involuzione di gioco dalla quale sembra non uscire, il Bari rischia di complicarsi seriamente la vita. 4 ko nelle ultime cinque gare, è crisi per la formazione di Ventura. La Fiorentina, invece, si riscatta e si concede una boccata d’ossigeno dopo un inizio di stagione estremamente complicato. Anche Mihajlovic, almeno per questa settimana, può respirare aria pulita a Firenze.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

20total visits,1visits today

Speak Your Mind

*