Ancora Totò decisivo nell’Udinese. Di Natale affonda la Fiorentina

Nel secondo anticipo pomeridiano della 16° giornata di Serie A, l’Udinese supera la Fiorentina, in rimonta (come il Palermo sul Parma) per 2 a 1 e aggancia momentaneamente, a quota 23, un terzetto di big formate da Inter, Roma e Sampdoria. Finisce 2 a 1 per i bianconeri, al termine di una gara vibrante e ricca di emozioni.
Risultato deciso, ancora una volta, dal bomber partenopeo Totò Di Natale, il quale regala la posta in palio ai bianconeri dopo che Armero aveva risposto al vantaggio iniziale, dei toscani, firmato da Santana (papera incredibile di Handanovic).
Subito occasionissima per i friulani, in avvio di match. Benatia colpisce indisturbato in area, sulla punizione di Di Natale, ma la palla sbatte sulla traversa, con Avramov (infortunato anche Boruc) sorpreso e fortunato nella circostanza. Poco dopo, però, quasi casualmente la Fiorentina sblocca il risultato: Santana conclude dai 25 metri, al 31′, Handanovic calcola male il rimbalzo della sfera e combina un pasticcio.
La reazione dell’Udinese è rabbiosa e inizia con il rientro in campo dopo l’intervallo. Al 18′ da oltre trenta metri, in corsa, Armero esplode un mancino violentissimo che buca le mani ad Avramov. Goal spettacolare, quello che segna il pari friulano.
Poi, poco dopo la mezz’ora, il ribaltone è completo. Grazie, ancora una volta, a Di Natale, fantastico cecchino bianconero. Il centravanti napoletano, servito intelligentemente da un assist di un ex azzurro, l’argentino Denis, insacca col piattone. E’ il goal della vittoria, e dei meritati applausi del Friuli per il giocatore (standing ovation del popolo bianconero al momento della sua sostituzione)  e soprattutto per la squadra bianconera, plasmata alla grande da Francesco Guidolin. Per MIhajlovic, invece, un’altra giornata povera di soddisfazioni.

Speak Your Mind

*