Alle 18 Euro 2012 al via, si parte con Polonia-Grecia. Le probabili formazioni

Tra poco meno di due ore si alzerà il sipario sulla 14/a edizione dei Campionati Europei di calcio (Euro 2012) che, nella sua fase finale, andrà in scena in Polonia ed Ucraina, nazioni organizzatrici e presenti quindi di diritto all’evento. 16 squadre, 31 gare, l’ultimo, atto finale della competizione, andrà in scena il 1 luglio a Kiev.
Saranno proprio i giovani e scalpitanti biancorossi di Franciszek Smuda, alle ore 18, davanti al pubblico amico del Narodowy Stadion (impianto di circa 60 mila posti, ndr) di Varsavia, ad aprire le danze contro la vecchia aristocrazia ellenica, la Grecia del portoghese Fernando Santos nel 15° incrocio in circa 50 anni (prima volta assoluta nel 1963 e i polacchi in quell’occasione calarono il poker in faccia agli avversari).
Nei 14 precedenti (amichevoli e non, ndr) dominio o quasi dei polacchi, con 10 affermazioni, contro i 3 successi dei greci, ultimo dei quali, con Miltos Papapostolou in panchina, risale addirittura a 25 anni fa, precisamente il 29 aprile 1987 (1 a 0, rete di Saravakos, ndr).
La Polonia punta ad una vittoria, per bagnare l’esordio alla grande in questo Europeo che vivrà da padrona di casa e mettere subito pressioni alla Russia, attesa poi questa sera dalla Repubblica Ceca. La Grecia, invece, dopo l’exploit del 2004, ha registrato risultati abbastanza deludenti. C’è voglia di riscattarsi, a partire proprio dalla sfida delle 18 contro la squadra di casa.
Per quanto riguarda le formazioni, che dovrebbero scendere in campo, formazione titolare obbligata per la Polonia, giovane e tecnica, di mister Smuda. Spazio in porta all’inamovibile numero uno dell’Arsenal, Szczesny, mentre in attacco ci sarà bomber Lewandowski, attaccante del Borussia Dortmund fresco (bi)campione della Bundesliga e autore di una tripletta in finale di Coppa di Germania vinta contro il Bayern. A centrocampo oltre Dudka anche l’immancabile Blaszczykowski, seguito in Italia dalla Lazio del neotecnico Petkovic.
Alcuni dubbi tartassano, invece, il lusitano Santos. A partire da chi sarà il portiere titolare. Tzorvas (del Palermo) oppure Konstantinos? Lo sapremo solamente tra qualche ora, quando capiremo anchei chi affiancherà Gekas e Samaras tra Grigoris o Kostas se il Ct della Grecia deciderà di far accomodare in panca Salpingidis. In difesa invece il dubbio è rappresentato da Tzavellas, con il giovane Kyriakos che scalpita per un posto da titolare così come Ninis Sotiris.

POLONIA-GRECIA, le probabili formazioni:
POLONIA (3-5-1-1): Szczesny, Perquis, Piszczek, Wasilewski, Wawrzyniak, Blaszczykowski, Dudka, Mierzejewski, Murawski, Obraniak, Lewandowski. A disposizione: Sandomiersky, Sebastian, Adam, Eugen, Rafal, Artur, Pawel. All.: Smuda.
GRECIA (5-2-3): Tzorvas; Hoelbas, Maniatis, Papadopoulos, Papastathopoulos, Tzavellas; Karagounis, Katsouranis; Gekas, Salpingidis, Samaras. A disposizione: Konstantinos, Soritis, Kyriakos, Giannis, Giorgos, Grigoris, Kostas. All.: Santos.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*