Alexis Sanchez nuovo gioiello blaugrana. E Bojan firma per la Roma

Sanchez al Barcellona, Bojan alla Roma. Il triangolo di calciomercato si è chiuso definitivamente, con l’arrivo in Catalogna del Nino Maravilla cileno, acquistato dai blaugrana per la cifra di 26 milioni (+11 circa di bonus). L’operazione, conclusa nella serata di ieri, ha dato il via libera alla partenza del giovane e talentuoso Bojan Krkic che, nelle ultime ore, ha potuto “convolare a nozze” con la Roma di Luis Enrique.
Votato miglior giocatore della Serie A per il 2010/11, il fuoriclasse ex Udinese è chiamato ora a ripetersi nella Liga, accanto a un campione come Lionel Messi (per citare il più prestigioso), con la casacca dei campioni d’Europa. Una missione non facile, ma possibile per un giocatore dotato di grandi numeri, un’accelerazione devastante e un dribbling fulminante (è nato a Tocopilla nel 1988), che ha contribuito con 12 reti (e un’intesa magica con bomber Di Natale) alla stagione fantastica dell’Udinese di Guidolin, terminata con l’accesso dei friulani in Champions League.
Se Sanchez è chiamato ad un esame di maturità, una prova ancora più importante, nella Roma americana, attende il 21enne Bojan Krkic (nato a Linyola nel 1990), attaccante cresciuto calcisticamente nel Barcellona, che lo ha svezzato (nella stagione 2006-2007) per poi inserirlo in prima squadra (104 presenze e 26 reti dal 2007 al 2011).
Rjikard lo ha fatto esordire nel campionato spagnolo (16 settembre 2007), e poi in Champions (22 settembre 2007, il più giovane esordiente con i suoi 17 anni e 25 giorni), intravedendo le sue grandi qualità, espresse poi appieno nella stagione seguente (quella del triplete, 2008-2009) con l’avvento di Guardiola.
Il 2009-2010 parte altrettanto bene, finchè non s’infortuna ma raggiunge le 100 presenze in maglia blaugrana (il più giovane giocatore a riuscirsi nella storia del Barcellona). In primavera poi, al posto di Ibra (acquistato dal Milan) regala al club catalano, con i suoi goals, il 20° scudetto. Arriviamo, così, alla scorsa stagione, nella quale non riesce ad essere protagonista come gli anni precedenti e arriva così la decisione di raggiungere Luis Enrique nella capiale.
Secondo quanto riportato nella nota ufficiale del club spagnolo, Bojan è stato acquistato dal club capitolino per 12 milioni di euro, con diritto di riscatto nel 2012-2013 a favore del Barcellona fissato a 13, e controriscatto giallorosso a 28.
«Non è una situazione facile. E’ agrodolce. Ma ho preso questa decisione perché desidero tornare ad essere felice giocando a calcio», queste le parole di Bojan, che lancia qualche frecciatina a Pep Guardiola: “Come socio del club credo che Guardiola sia il miglior allenatore possibile per il Barcellona, ma come giocatore ci sono cose che non condivido e altre che sapevo essere non buone“.
La chiusura, però, è un pensiero d’amore per il Barcellona: “«Voglio ringraziare tutte le persone che in questi nove anni mi hanno aiutato a realizzare il mio sogno – ha chiuso Bojan – Lobera, Rodolfo e tutti gli allenatori e i compagni che ho avuto nelle giovanili. E anche tutti i soci e i tifosi, senza i quali tutto questo non sarebbe stato possibile. Grazie a Pep, ai miei compagni, specialmente a quelli di Barcellona come Xavi e Puyol“.

Speak Your Mind

*