A Montecarlo trionfo Barcellona contro il Porto. Messi incanta, Fabregas chiude i giochi

230 × 153

74° titolo per lo straordinario club blaugrana del Barcellona che, con il risultato di 2 a 0 (deciso dalle firme di Messi e di Fabregas su assist dell’argentino), supera il Porto a Montecarlo e si aggiudica la quarta Supercopppa Europea della sua storia, quarto titolo del 2011 (dopo la Liga, la Supercoppa spagnola e la Champions).
Ancora una volta, neanche a dirlo, è stato Leo Messi il grande protagonista del match. Bravo nell’approfittare del pasticcio di Guarin e nello smarcare Helton prima di depositare la palla in rete, sublime nel consegnare sui piedi di Fabregas la palla del raddoppio. I “Dragoes” partono bene ma poi franano di fronte alle prodezze del fuoriclasse argentino (come quelle dei vari Iniesta, Xavi e compagnia bella), vero e proprio numero uno del calcio di oggi.
Come detto in precedenza, la prima parte di match vede i lusitani avanti, senza timori reverenziali. La squadra portoghese inizia bene e crea non poche apprensioni al Barcellona che ha difficoltà a creare azioni da gioco (cosa inusuale per una squadra così forte).
Messi è molto isolato, non “punge” con le sue accelerazioni i suoi numeri, risponde Hulk che, tuttavia, non trova la porta, prima su punizione poi col sinistro a giro dopo un’azione personale, infine Guarin si vede sporcare un destro dal limite che poteva far male.
Al 39′, però, proprio Guarin commette un errore incredibile e, nel tentativo di appoggiare indietro la palla per il proprio portiere, la consegna a Messi, poichè il terzino destro Saponaru è in controtempo e la palla arriva tra i piedi dell’argentino che stava rientrando nella sua posizione dall’azione precedente. Il campione del Barcellona e della Seleccion, poi, è eccezionale poichè, con un dribbling secco e una freddezza impressionante, mette a sedere Helton e appoggia la palla in rete.
La ripresa è povera di occasioni, il Porto non morde, il Barcellona controlla. Unico brivido per Valdes un gran destro da fuori di Guarin sul quale ci vuole tutta la bravura del numero uno catalano per evitare il pari. Man mano che passa il tempo, poi, il Porto perde fiducia e sbaglia, allora i campioni d’Europa ne approfittano per chiudere i giochi.
Messi prima va via a  Rolando in dribbling costringendo il difensore portoghese al fallo (doppia ammonizione e Porto in 10) poi serve un assist fantastico a Fabregas, inseritosi perfettamente in area. L’ex Arsenal, tornato da pochi giorni nella squadra dove è cresciuto, la mette giù di petto e con il destro di collo pieno non sbaglia. Il finale di gara non regala più grandi emozioni, eccezion fatta per un altro rosso, questa volta nei confronti di Guarin. Il Barcellona vince ancora, e conquista la Supercoppa Europea, 74° trofeo nella storia dei catalani, quarto nell’anno solare e 12° per Guardiola da quando è sulla panchina del team spagnolo. Cosa dire di più?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*