38 Giornata: il Programma delle gare. Udinese basta un punto per la Champions

Meno di 48 ore per dare ufficialmente l’addio al campionato di Serie A, dove non tutto è ancora finito, perché il quarto posto, che significa preliminari di Champions League deve essere ancora assegnato. Udinese o Lazio?
La classifica non può ingannare: Udinese a quota 65, Lazio a 63. Se i biancocelesti dovessero vincere contro il Lecce e gli uomini di Guidolin perdere con il Milan, sarebbero proprio i laziali ad accedere alla massima competizione europea, relegando i bianconeri all’Europa league.
Lo stadio Friuli pretende l’ultima vittoria casalinga, o quanto meno un pareggio, soprattutto perché le parole di Pozzo sono state chiare, ammettendo che se l’Udinese (nella foto il bomber campano Di Natale, ndr)dovesse centrare l’obiettivo, i pezzi migliori, tra i quali Sanchez, Inler e Di Natale, che per altro ha dichiarato amore eterno ad Udine, non verrebbero ceduti.
Reja invece non ha lasciato trasparire emozioni e sensazioni, ma in un’intervista radiofonica per un’emittente laziale è parso molto più concentrato sul riconfermarsi nella prossima stagione, stessa volontà da parte di giocatori e presidente.
La Juve avrà l’ultima chance per dimostrare di non aver dimenticato la sua gloriosa storia, fatta di grandi vittorie. L’Olimpico sarà pronto ad accogliere il Napoli, decisamente ancora in festa per la qualificazione diretta in Champions, per il terzo posto e per un’annata indimenticabile, seppur i malumori tra Mazzarri e De Laurentiis siano ancora evidenti. Potranno star sereni però tutti i napoletani che non potevano sopportare l’idea di vedere il loro allenatore sulla panchina bianconera, che ha invece raggiunto un accordo di massima con un ex grande del pallone come Antonio Conte.
L’Inter di Leonardo concluderà la sua stagione in casa contro il Catania, tra le braccia dei tifosi nerazzurri che aspettano soltanto la finale di Coppa Italia, tanto quanto il Palermo di Delio Rossi, impegnato al Barbera con il Chievo.
Il Catania dopo aver vinto contro la Roma una settimana fa, si è assicurato un’altra stagione in Serie A, proprio come il Cesena di Ficcadenti, che affronterà nell’ultima trasferta stagionale il Genoa. L’altra metà genovese invece fa pensare alla commozione di Palombo, la cui Sampdoria cade nell’inferno della Serie B. Dopo un inizio stagione in Champions i blucerchiati hanno perso pezzi grossi, ma soprattutto motivazioni.
Roma-Samp andrà in scena allo stadio Olimpico, dove i giallorossi hanno più che mai la certezza di non rientrare nei giochi per il quarto posto e di doversi accontentare di un futuro in Europa league. Basta un pari ai giallorossi per centrare l’ultimo obiettivo e chiudere definitivamente le speranze di Europa alla Juve di Delneri.
Le altre partite di questa 38^ giornata saranno una formalità, le tensioni sono ormai calate e non rimane altro che giocare a calcio, gesto più che mai semplice: il Bologna saluterà il suo pubblico contro il Bari, il quale invece saluterà la massima divisione, esattamente come il Brescia impegnato in trasferta con la Fiorentina.
Il Parma volerà in terra sarda, dove ad attenderlo c’è il Cagliari. Buone notizie per i parmensi che avranno Colomba anche per la prossima stagione, parola del presidente Ghirardi. (Paola Prina)

Speak Your Mind

*