2 a 1 alla Norvegia, Italia prima nel Girone H. Ma gli azzurri non saranno testa di serie

Florenzi super in Italia-NorvegiaUna bella Italia rimonta il gol norvegese, batte gli scandinavi 2 a 1 e chiude al primo posto nel Girone H di qualificazione a Francia 2016. Nello stadio amico, all’Olimpico di Roma, lo scatenato Florenzi suona la carica con la zampata del pari, per poi servire a Pellè l’assist del 2 a 1 finale. Azzurri in vetta definitivamente con 24 punti, ma ciò non basterà per essere in prima fascia, nella quale ci andrà il Belgio, vittorioso per 3 a 1 contro Israele.
Uno-due Florenzi-Pellè, davanti a 30mila spettatori, e la Norvegia, illusa dal gol di Tettey, che sfrutta a dovere il rinvio sballato di Chiellini, va al tappeto. L’Italia di Conte conquista il primo posto matematico con 24 punti, dopo aver già messo in cassaforte la qualificazione a Francia 2016 grazie alla vittoria di Baku, e spedisce la Norvegia ai playoff (vista la vittoria della Croazia che supera 1 a 0 Malta, sorpassa la Norvegia e va diretta in Francia).
Grande protagonista, come detto, il romanista Florenzi che, sente aria di casa, e nell’Olimpico capitolino, regala ancora gemme di grande tecnica e astuzia.
Dapprima si avventa su una palla vagante in area, dopo il servizio di Giovinco, e la trasforma in oro e nel gol dell’1 a 1 con una zampata da centravanti consumato. Poi, poco dopo, serve alla perfezione l’ariete del Southampton, bravo a battere il portiere norvegese con un destro di prima intenzione.
La Norvegia è frastornata, i suoi piani sono andati in fumo e assiste impotente alle folate azzurre. Segna ancora Florenzi, su assist di Candreva, ma l’arbitro tedesco Byrch annulla su segnalazione di un offside del laziale, apparso quantomeno dubbio.
Finisce 2 a 1, l’Italia arriva prima nel Girone H, ma non sarà “tra le prime” nei sorteggi. La vittoria del Belgio regala alla nazionale di Wilmots l’ingresso tra le teste di serie, spegnendo i sogni azzurri. Questo è quanto, ma grande Italia e Conte a fine gara dichiara, tra l’altro: “Grande mentalità, non credevo di poter entrare nella testa dei giocatori in così poco tempo. Questa squadra non giocherà mai al servizio del singolo. Se lo mettano bene in testa». Un messaggio per Balotelli?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

1total visits,1visits today

Speak Your Mind

*